statistiche accessi

Ipoteca sì, ipoteca no

Alcuni consigli utili su come sottoscrivere un’ipoteca, la sua durata ottimale e la sostenibilità.
La possibilità di sottoscrivere un’ipoteca sull’immobile che si desidera acquistare come investimento immobiliare resta una delle soluzioni più comuni per acquisire le risorse necessarie a coprire la parte mancante di capitale per il nudo valore della proprietà desiderata.

Come detto nel paragrafo relativo al capitale proprio, il sistema bancario svizzero è interessato a coprire con un finanziamento al massimo l’80% del valore dell’immobile, naturalmente tenendo bene a mente alcuni profili che il richiedente deve soddisfare in via di garanzia a tale ipoteca.

La più semplice naturalmente è l’avere a disposizione un reddito proprio che nell’arco della durata dell’ipoteca assolva il duplice compito di sostenere i bisogni dell’individuo e della sua eventuale famiglia e al contempo coprire il valore periodico della rata. Le banche svizzere regolano la propria soglia di affidabilità creditizia invitando sempre alla pianificazione di una spesa che non superi il 30% del proprio budget mensile.

In aggiunta a questa semplice regola vi è la considerazione anagrafica dell’individuo che richiede il finanziamento. Normalmente le banche elvetiche concedono finanziamenti con ammortamenti più frequenti e periodi di durata inferiori a persone che richiedono il prestito in età più avanzata (dai 60 anni in avanti).

Ma quali sono i tipi di ipoteca, come funzionano e come scegliere compatibilmente alla propria situazione?

Anzitutto il consiglio di buon senso che può rivelarsi utile anche in altri campi è il rivolgersi a più istituti di credito e ricevere proposte diverse, mettendole a confronto le une con le altre e dopo una attenta valutazione optare per quella che vi sembra essere la migliore per il complessivo della vostra situazione personale e finanziaria a tutti i livelli.
Qui di seguito un breve sunto per distinguere tra le varie ipoteche disponibili e il loro possibile ammortamento.

Le varie tipologie di ipoteca
Esistono sostanzialmente quattro tipi di ipoteca tra cui scegliere per arrivare al raggiungimento della cifra necessaria all’investimento immobiliare. Le caratteristiche principali ruotano attorno al tasso di interesse alle quali sono sottoposte e al piano di ammortamento ed estinzione completa che esse prevedono.

Ipoteca variabile

Ipoteca in cui il tasso di interesse viene costantemente corretto in base all’andamento del costo del denaro. La sua caratteristica ulteriore è quella di non avere una durata fissa prefissata.

Ipoteca fissa

Strumento di finanziamento con un tasso di interesse concordato all’accensione in base a quello che è nel momento il livello di costo del denaro e fisso per tutta la sua durata.

Ipoteca a tasso Libor (flex rollover)

Un genere di ipoteca che segue il tasso Libor (London Interbank Offered Rate) con correzioni trimestrali o semestrali in relazione a questo indice.

Ipoteca a speciale

Ipoteca dalle caratteristiche miste fortemente condizionata dalle politiche stesse dell’istituto di credito e che racchiude caratteristiche comuni a tutti gli strumenti già citati.

Questi quattro modelli sono i vostri assi nella manica per la concretizzazione del vostro sogno immobiliare e per mettere al sicuro il vostro brillante futuro con un investimento certo, credibile e ricco di opportunità.

La situazione attuale in relazione alla scelta dell’ipoteca
La scelta dello strumento di finanziamento a voi più congeniale deve basarsi sul giusto mix di considerazioni, guardando sia alla situazione presente sia a quelle che sono le previsioni future dell’andamento dei mercati. Con un occhio naturalmente all’andamento della vostra situazione lavorativa o in generale di sostenibilità nel periodo dell’ipoteca.

In questi anni la volatilità delle piazze finanziarie estere non ha scalfito la solida realtà del sistema creditizio svizzero, i tassi di interesse – tuttavia – sono a quello che si può considerare un periodo di bonaccia particolarmente calma e al ribasso. La diminuzione del costo del denaro è infatti frutto di politiche atte a stimolare la circolazione della valuta stessa proprio per invogliare all’investimento e al consumo. Questa particolare congiuntura garantisce per voi, acquirenti di oggi, la possibilità di sottoscrivere ipoteche fisse con tassi particolarmente vantaggiosi e che vi mettono al riparo da eventuali futuri aumenti del costo del denaro.

Tassi di interesse davvero bassi però sono anche una appetitosa condizione per chi scommette sulla tenuta del livello per i prossimi anni e vuole provare una ipoteca a tasso variabile, magari di breve durata, garantendo così che anche una possibile variazione del costo del denaro non pensi eccessivamente a livello di rata e non costituisca una spesa maggiorata in rapporto ad uno strumento a tasso fisso.

Il concetto di ammortamento diretto ed indiretto
L’ammortamento è il termine tecnico con il quale si indica il percorso di rimborso del proprio debito. Se ne distinguono due con caratteristiche molto peculiari.

Ammortamento diretto

Quando si concorda con l’istituto di credito di pagare una somma ad intervalli regolari, una rata per così dire, con un tasso di interesse fissato dal tipo di ipoteca sottoscritta. Si tratta della forma più comune in assoluto per l’estinzione del proprio debito e una maniera progressiva di vedere la propria ipoteca ridursi mano a mano.

Ammortamento indiretto

Meno comune rispetto al primo, l’ammortamento indiretto è vincolato agli investimenti in immobili ad uso diretto dell’acquirente e consente di pagare in una soluzione unica l’importo del proprio debito tenendo conto degli interessi nel tempo. Viene richiesto come pegno o garanzia fondi appartenenti alla classe del Terzo Pilastro, siano essi conti correnti o polizze, e ha l’indubbio vantaggio di non intaccare il livello di capitale previdenziale e gli interessi attivi ad esso relativi, mantenendo però al contempo il debito e i suoi interessi passivi. Di nota vi è anche l’indubbio vantaggio a livello di fiscalità che questo piano può comportare con deduzioni superiori rispetto ad un più comune ammortamento indiretto.

In conclusione: qualsiasi scelta voi facciate ricordate ancora una volta che pianificare è la chiave del successo per permettervi di concretizzare il sogno immobiliare in una solida realtà proficua per voi e per i vostri cari.

Confronta gli annunci

Confrontare